Lo sportello ESC nasce per contrastare le difficoltà sociali, economiche e legali che l’abuso patologico del gioco d’azzardo comporta.
Negli ultimi anni in Italia il gioco d’azzardo ha avuto un’enorme espansione. L’aumentata l’accessibilità al gioco e la sua diffusa promozione hanno creato una nuova forma di dipendenza ufficialmente riconosciuta. Questa comporta disturbi del comportamento, problemi relazionali che possono arrivare fino alla rottura di relazioni interpersonali e familiari; perdita di lavoro; forme di indebitamento che può essere anche molto grave. Una delle conseguenze più drammatiche della dipendenza da gioco d’azzardo è che il giocatore non danneggia soltanto sé stesso, ma trascina con sé familiari, amici e influenza negativamente il suo ambiente di lavoro.

Si osserva dunque che, se per una parte degli italiani il gioco d’azzardo è solo un passatempo e non rappresenta un problema, per un’altra parte l’azzardo diventa una vera e propria patologia, riconosciuta dall’OMS e diagnosticabile a livello medico. Ma uscirne è possibile! E con questo nuovo sportello s’intende fornire alla cittadinanza un importante progetto di sostegno e prevenzione, fornendo in maniera del tutto gratuita, ascolto e motivazione al cambiamento, supporto psicologico e consulenza legale.

Lo sportello ESC si inserisce in una rete di servizi deputati al sostegno dei giocatori d’azzardo patologici e di soggetti del terzo settore attivi per il contrasto, la prevenzione e la limitazione dei danni causati. Oltre alle attività di consulenza ed orientamento allo sportello, il progetto ESC prevede la realizzazione di gruppi di aiuto tra familiari accompagnati da una psicologa, incontri di sensibilizzazione sul territorio, eventi pubblici per promuovere una presa di coscienza da parte della cittadinanza. ESC è interessato a collaborare con ogni realtà (associazione, datore di lavoro, centro sociale…) sensibile sul tema e disponibile a collaborare per la prevenzione e la presa in carico di persone con problemi di dipendenza.

Il progetto è gestito da Villaggio Globale coop. Sociale, con il finanziamento e la supervisione del Servizio Sociale Associato dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi, in collaborazione con il SerT di Ravenna e il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna.